Sicurezza durante la gara

Come organizzare una gara podistica

Per organizzare una gara podistica che abbia successo occorre tener conto di alcuni aspetti di fondamentale importanza, più o meno standard e validi “tout court”.

Il primo punto è immedesimarsi nel podista tipico e cercare di capirne le esigenze, che poi sono minime, ma essenziali; se si parte da questo assunto, è probabile che la gara riesca alla perfezione sotto ogni punto di vista.

REQUISITI INDISPENSABILI PER UNA GARA PODISTICA DI SUCCESSO

L’organizzazione ottimale di una gara podistica prevede che non manchino i seguenti requisiti:

1- una zona di partenza sufficientemente ampia e comoda

2- un percorso completamente libero da auto e mezzi di ogni genere

3- punti di ristoro in cui si forniscano ai partecipanti bottigliette di acqua a temperatura ambiente

4- un comodo punto di arrivo

5- un ristoro post-gara adeguato al clima e alla stagione in corso

6- un bel premio

7- misurazione del tempo individuale con chip

8- presenza di spogliatoi e soprattutto bagni sia alla partenza che all’arrivo

Affinché i podisti possano disputare una gara degna di questo nome, sarebbe importante che tutti gli elementi sopra elencati fossero presenti.

 

GLI SPONSOR

Una gara podistica, oltre a quello organizzativo, richiede anche un notevole sforzo economico, una certezza da cui deriva la necessità di trovare degli sponsor adeguati.

E’ questo un aspetto decisamente importante dell’evento, che richiede una certa strategia d’azione e capacità relazionali e comunicative notevoli.

Cercate quindi il contatto con aziende che abbiano attinenza con la gara e con i valori che essa intende rappresentare, esprimendo loro in modo chiaro e deciso quali vantaggi otterrebbero accettando di sponsorizzarvi, in maniera tale che dirvi di no diventi molto difficile, diciamo pure quasi impossibile.

Non buttatevi nella ricerca a casaccio quindi, ma in modo mirato; solo per fare un esempio, è alquanto improbabile che accettino di aiutarvi una macelleria o una merceria, mentre quasi sicuramente lo faranno il negozio di abbigliamento sportivo, il centro estetico e la palestra, visto che il target di riferimento, ovvero gli atleti ed il pubblico che accorrerà a vederli, dovrebbe essere tendenzialmente interessato a ciò che vendono e ai servizi che offrono.

Tenete presente che, allo stato attuale, pensare di organizzare una manifestazione di questo genere facendo affidamento esclusivamente sull’incasso dato dalle iscrizioni è mera utopia, pertanto l’aiuto degli sponsor diventa indispensabile, sperabilmente anche per azzerare la quota di iscrizione stessa.

 

OSSERVARE E MIGLIORARE

Nell’organizzazione delle competizioni sportive, di qualsiasi disciplina si tratti, osservare ed imparare dagli altri è una risorsa di grande importanza.

Prendete dunque a modello le gare di successo, cercando di capire i motivi per cui funzionano, fateli vostri e, se vi riesce, migliorateli ulteriormente.

In linea di massima l’organizzatore, come già detto in precedenza, deve essere in grado di mettersi dalla parte dei potenziali clienti per capirne le esigenze, per poi saper offrire loro quanto cercano ed anche di più.

Cercate di creare eventi di alto livello, che diano al podista la percezione che per partecipare valga davvero la pena pagare il prezzo dovuto.

 

L’IMPORTANZA DEL LAVORO DI GRUPPO

Tutto da soli, ovviamente, non si può fare, e per una perfetta riuscita della gara bisogna necessariamente non soltanto circondarsi dei collaboratori giusti, seri, competenti e volenterosi, ma anche saperli coordinare nel miglior modo possibile.

Il “potere” insomma, va equamente distribuito delegando i compiti specifici a persone capaci ed affidabili, le quali, ognuna nell’ambito del proprio settore, sappia poi tradurli in fatti concreti.

Uno dei segreti del successo, sta proprio in un tipo di organizzazione che non lasci nulla al caso, svolto da un team affiatato ed appassionato i cui membri siano accomunati dal medesimo obiettivo.

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *