Runners

Differenze tra Running e jogging

Chi corre da tempo e lo fa con passione di certo si sentirà un runner, ma chi ha appena iniziato a correre spessissimo non conosce la differenza tra jogging e running.

Sull’argomento ci sono un sacco di convinzioni sbagliate, ad esempio si pensa che il runner, rispetto al jogger corre di più, ma non è così. Sempre sbagliando si pensa che il  runner è corre i 10 km almeno rispettando un massimo di  minuti. Invece le prestazioni dipendono da diversi fattori (grado di allenamento, età, etc).

Vediamo da vicino chi è un runner. Runner è colui che abbraccia la corsa in modo tale da conoscere perfettamente il tempo che impiega a fare un tot di chilometri. Questo perché il runner analizza le sue prestazioni e corre non tanto per correre ma per migliorarsi sempre.

Jogging, noto anche come footing, è una tipologia di corsa a passo lento piuttosto  piacevole e poco impegnativa il cui scopo prevalente è quello di avere qualche beneficio della corsa (per lo più a livello di benessere fisico, senza  subire lo stress che l’attività del runner comporta.  Si tratta quindi di un’attività sportiva prettamente amatoriale che è come la corsa ma a ritmo differente. Il jogging generalmente si pratica nei  parchi pubblici, in quanto il terreno è pari e poco impegnativo, ma ciò non esclude che lo si possa praticare anche su altre tipologie di terreno.

Si tratta di  un’attività  aerobica, che fa bene al cuore ed ai polmoni, un’attività che tutti, ovviametne in condizioni di salute idonee, possono praticare.

Scegli i nostri prodotti per il tuo evento sportivo!

La definizione di jogging, rispetto alla definizione  di corsa, non è standard.

Il jogging è tradotto letteralmente “andare a correre”, si tratta di  una corsa che non richiede il legame del cronometro o di altre tipologie di  metodi di valutazione tecnici: chi  pratica jogging vuole tenersi in forma ma senza troppe pretese, senza affaticarsi e soprattutto senza confrontarsi a livello agonistico. Il jogger corre saltuariamente e non segue tabelle di allenamento.

Chi invece  pratica running che tradotto letteralmente “correre” è un vero e proprio  sportivo che corre in modo costante e metodico, che  cronometra i tempi, che calcola le distanze, che varia la velocità in modo studiato, che segue precise tabelle di allenamento, che si prepara per gare e competizioni.

La definizione più significativa ce la fa George A. Sheehan, un cardiologo e corridore americano, che ha affermato che «la differenza tra una persona che pratica jogging e una persona che pratica la corsa è un modulo di iscrizione» ma  altri esperti  definiscono il jogging una corsa sotto le 6 miglia orarie.

La stragrande maggioranza degli esperti del settore stabilisce che chi pratica jogging corre ad una velocità inferiore ai 10 km/h, si tratta quindi di una corsa leggera che non vuole affaticare l’organismo.

Un jogger può diventare un runner, entrambi amano la corsa ma il runner la intende in maniera diversa, più professionale e anche più passionale. Ora avete le idee più chiare a proposito? siete jogger o runner? e se siete jogger avete intenzione di passare ad essere runner o vi bastano le vostre corse fatte ogni tanto?

 

Potrebbero interessarti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *