Semplici regole per dimagrire con la corsa

Correre tutti i giorni (o quasi) è un ottimo modo per dimagrire. Ma può darsi che la perdita di peso, ossia l’eliminazione del grasso superfluo, arrivi più lentamente rispetto alle aspettative. Questo perchè l’attività fisica compie un’effetto equilibratore sul centro della fame ma lo fa con tempi piuttosto lunghi, un pò alla volta. Inoltre talvolta un infortunio o una banale influenza costringono ad interrompere gli allenamenti ed ecco che vengono meno anche i piccoli risultati ottenuti.

Chi intendesse associare una dieta alla corsa (e sono molti a farlo) deve comunque tenere presente che l’alimentazione deve essere equilibrata, non è opportuno fare delle restrizioni eccessive o abbinare un allenamento intenso ad una dieta troppo severa. Un dimagrimento troppo rapido infatti non è mai consigliato. Anche nel dimagrimento, esattamente così come avviene per la resistenza, occorre avere pazienza e sapere aspettare, rispettando con costanza le “regole” di una dieta sana ed equilibrata.

Un elemento di fondamentale importanza è rappresentato dall’acqua che non va mai limitata né a pasto né fuori pasto. Bere molto scongiura il pericolo di disidratazione, bere molto aiuta anche il corridore ad evitare infortuni, malattie e disturbi di vario tipo. Quindi se bere è importante sempre, lo è ancora di più per un runner. Bere nelle diete, inoltre, aiuta a dimagrire.

Scegli i nostri prodotti per il tuo evento sportivo!

Per quel che concerne il rapporto corsa-dimagrimento, per perdere grasso in eccesso (e quindi per dimagrire) occorre intensificare gli allenamenti ma non tanto in termini di intensità (ossia non serve correre più velocemente) quanto in termini di lunghezza (ossia percorrere più chilometri anche se a ritmo più lento). Ciò che si spende per compiere un chilometro di corsa cambia davvero di pochissimo (solo del 6%) se lo si fa a 10 o a 20 chilometri all’ora, ciò che cambia di molto è invece la fatica. Quindi conviene spendere questa fatica (o anche molta meno) per aggiungere qualche chilometro al consueto percorso anche ad un’andatura molto blanda, soprattutto perché quando si corre lentamente il nostro organismo preferisce consumare grassi piuttosto che zuccheri.

A tal proposito è bene tenere presente che un individuo che pesa circa 70 kg consuma circa 8 grammi di grasso per ogni chilometro (veramente poco dunque). Per questo motivo quando si vuole dimagrire in fretta, senza aspettare l’effetto equilibratore che l’attività fisica compie sul centro della fame, conviene abbinare all’attività fisica una dieta dove l’ingrediente principe deve essere sempre e comunque il buon senso.

Ci sono a tal proposito delle regole da seguire, che già da sole (unite alla corsa) fanno perdere peso più in fretta:

  • non mangiare fuori pasto, se lo si fa preferire frutta
  • non bere fuori pasto se non acqua (quella in abbondanza)
  • zuccherare poco (o non zuccherare affatto) caffè e the
  • diminuire la quantità dei condimenti
  • mangiare pochi carboidrati (pane, pasta)
  • eliminare quasi totalmente i dolci
  • alzarsi da tavola con un moderato senso di fame

Già seguendo queste semplici regole che non richiedono troppi sacrifici il corridore troverà benefici molto più veloci nel suo processo di dimagrimento, i risultati ottenuti saranno più duraturi e il dimagrimento sarà sano e senza troppi sacrifici.

Potrebbero interessarti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *