pacco gara runnek

Pacco gara: 5 idee per rendere davvero felici i podisti

Una gara, una sfida, è agonismo, voglia di raggiungere l’obiettivo, il traguardo. Un successo sempre, comunque vada…

La competizione è sicuramente, oltre al divertimento, la spinta maggiore che anima ogni partecipante ad un evento di running, a quelle corse cioè, o anche semplicemente marce, che animano spesso le domeniche nelle grandi città così come nei piccoli centri, a volte motivate da iniziative benefiche o umanitarie, altre invece semplicemente per il gusto di correre, di mettersi in gioco e, possibilmente, di vincere.

Il più delle volte non si tratta nemmeno di corse professionali ma, anzi, molto spesso, amatoriali, e forse per questo ancor più divertenti e competitive.

Oltre alla sfida per la vittoria, al desiderio di misurare se stessi, alla voglia di superare i propri limiti, alla speranza di vittoria, c’è un’altra cosa che aumenta la passione per ogni corsa, la curiosità per l’iscrizione, l’ansia per la partecipazione, ed è il famoso “pacco gara”!

pacco gara

Inutile nasconderlo, per ogni runner, è un po’ un oggetto del desiderio, quasi paragonabile alla curiosità di un bambino di fronte alle vecchie “buste sorpresa” che si compravano da ragazzini in edicola, o davanti all’uovo di Pasqua: emozionati nello scoprire cosa contiene, gelosi di ogni gadget e dettaglio.

Il pacco gara è addirittura spesso argomento di discussione tra i podisti, nel senso che c’è chi lo vorrebbe più ricco, chi rimane deluso poiché il contenuto non corrisponde esattamente a quanto eventualmente riportato nel volantino pubblicitario, chi si lamenta di trovare doppioni di gadget già avuti…Insomma, un elemento importante in ogni gara, un incentivo a parteciparvi e a confrontarsi.

Ma vediamo di chiarire meglio, per chi non avesse mai partecipato ad una corsa podistica, che cos’è questo pacco gara: in sostanza, quando ci si iscrive ad una manifestazione di running, con il pettorale viene consegnata anche una busta (o una borsa, o in alcuni casi, uno zainetto), nel quale si possono trovare gli omaggi ed i gadget che vengono regalati ai partecipanti da parte degli sponsor.

Quali di questi regali sono fra i più graditi e quali ancora riescono a fare veramente felici i podisti, riconoscendo loro buona parte della soddisfazione per aver partecipato proprio a quella gara?

Vediamo di identificarne almeno 5, fra i più apprezzati e, direi, anche fra i più utilizzati, specie a gara terminata.

Non possiamo non cominciare

1) dalla classica maglietta: la t-shirt ricordo dell’evento, un must del pacco gara, personalizzata con la data e la denominazione della corsa, così come spesso anche con il logo dell’azienda che l’ha sponsorizzata. Può essere indossata durante l’evento podistico, oppure conservata gelosamente fra i ricordi della bella giornata sportiva e mostrata come trofeo ad amici e parenti.

A seguire, e direi a completamento del pacchetto “abbigliamento”, un’altra idea di gradito successo, è sicuramente

2) il cappellino, altrettanto personalizzato con l’identificazione della giornata sportiva, e che farà sicuramente bella mostra di sé per tutta la bella stagione sulla testa del podista, a dimostrazione della partecipazione a quella determinata corsa.

Non solo: un pacco gara può essere anche composto da

3) prodotti alimentari come pasta, caffè, dolciumi, caramelle, biscotti ma anche una buona bottiglia di vino, regali sempre graditi e sicuramente apprezzati. Anzi, potrebbe capitare, soprattutto se la corsa si svolge in una località che non sia la classica grande città, di scoprire al suo interno qualche specialità locale, diventando così anche un goloso modo di pubblicizzare prodotti artigianali per diffondere la cultura enogastronomica di cui il nostro Paese è tanto ricco.

Ci possono poi essere dei pacchi omaggio che ricalcano, per il loro contenuto, il significato della gara stessa, o meglio l’obiettivo per il quale quest’ultima è stata organizzata: è il caso, per esempio, in occasione di gare “in rosa”, organizzate solo per un pubblico di podiste al femminile, di ritrovare come contenuto degli zainetti omaggio

4) campioncini di prodotti di bellezza, profumeria e cosmetica, come creme per il viso, bagnoschiuma o shampoo coordinati, acque profumate, ecc. Un kit di regali tutto femminile, per rendere le partecipanti alla corsa ancora più belle, fresche e profumate al termine della gara!

E per finire, sempre come idea di omaggi ai partecipanti, un

5) pacco di prodotti per la forma fisica rappresentato da integratori, bevande energetiche, caramelle energizzanti, barrette sostitutive del pasto, ecc: sicuramente un ottimo regalo, gradito da chi ama la corsa e la “remise en forme” che, con l’aiuto di questi piacevoli prodotti, sarà, se non proprio garantita, quanto meno aiutata!

Inutile nasconderlo, alcune manifestazioni vengono amate e partecipate proprio grazie ai pacchi gara tradizionalmente interessanti che vengono regalati ai podisti, ogni volta curiosi di sbirciare nel loro sacchetto cosa si porteranno a casa a fine gara. E, in fondo, non importa se solo pochi saliranno sul podio, perché, nell’ottica di ogni disciplina sportiva, “l’importante è sempre partecipare, non necessariamente vincere”.

E se poi il pacco gara è pesante e godereccio, beh, ancora meglio!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *