L’importanza dell’allenamento costante

La costanza premia, prima o poi i risultati arrivano. Sia che si corra per dimagrire, sia che si corra per rinforzare muscoli ed ossa, sia che si corra per migliorare il proprio apparato cardiocircolatorio e comunque lo stato di salute in generale, i risultati prima o poi arrivano.

Occorrono costanza, pazienza ed equilibrio. Questo vale nella corsa e in tutti le discipline. L’equilibrio nell’allenamento è fondamentale per arrivare ai risultati e per scongiurare il pericolo di danni da sovrallenamento. Quindi trovare la giusta misura tra il correre poco ed il correre troppo è un aspetto  fondamentale.

E’ indispensabile la costanza perché è grazie al rispetto delle uscite di allenamento che si arriva al giusto equilibrio e che si abituano corpo e mente alla corsa.

Occorre la pazienza perché, soprattutto all’inizio, il desiderio di raggiungere i risultati sperati potrebbe provocare scoraggiamento quando la bilancia non evidenzia la diminuzione di peso prevista, quando non si riesce a correre senza mai fermarsi, quando si fa fatica ad abituare il fisico (e la mente) alla corsa.

Abituare la mente  alla corsa è altrettanto importante che abituare il fisico. Riuscire a calibrare, a controllare le emozioni, a comprendere gli stati d’animo, a gestire le proprie energie, a capire e conoscere il proprio organismo e le sue richieste è importantissimo in tutta la fase dell’allenamento.

Scegli i nostri prodotti per il tuo evento sportivo!

Tra le tante cose da conoscere, esattamente come avviene con il tipo di carburante per la propria auto, un buon runner deve sapere quale è il cibo migliore per il proprio corpo. Conoscere i cibi sani, saperli apprezzare, sapere cosa mangiare prima e dopo una gara, sapere quanto e cosa bere, sapere cosa è meglio per noi stessi, per la nostra salute, per il nostro fisico è importantissimo e fondamentale, non solo per perdere peso ma per stare bene.

Altro elemento da non sottovalutare assolutamente è sapere gestire le emozioni al momento di una gara: dalla preparazione, alla gara stessa al risultato della gara.

Una maratona, ad esempio, la si vive alternando un tourbillon di stati d’animo ed emozioni: è giustissimo ma occorre saperle gestire, così come è indispensabile saper prendere bene un insuccesso e viverlo come occasione di miglioramento, cercando di comprendere quali sono stati i motivi che hanno portato al risultato insperato ed eventualmente correggerlo.

Anche gli infortuni vanno saputi gestire nel modo opportuno: occorre a tal fine tenere presente che spesso gli infortuni sono causa di malumore (perché impediscono di allenarsi per un determinato periodo) e in taluni casi anche di scoraggiamento tale da abbandonare la corsa.

per questo motivo alla corsa (e a tutto l’allenamento che l’accompagna) occorre abbinare l’annemanto della mente, la gestione delle emozioni e degli stati d’animo, in questo modo si diventerà dei runner a tutti gli effetti.

Potrebbero interessarti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *