Il tapis roulant può sostituire la corsa all’aria aperta?

Correre è bello, l’abbiamo detto e ribadito, correre fa bene al corpo ed alla mente. Perché quindi non farlo? Alcuni, pochi ci auguriamo, potrebbero fare i cosiddetti “avvocati del diavolo” e trovare delle sorte di “difetti” o controindicazioni alla pratica della corsa all’aria aperta.

Potrebbero infatti affermare che correre può essere difficoltoso durante l’inverno ( abbiamo invece visto in un nostro articolo che si può correre anche durante i mesi più rigidi) potrebbero trovare ostacoli nella disponibilità di orari, ad esempio lavorano tutto il giorno e la sera possono trovare sconveniente uscire in scarpette da corsa, potrebbero sostenere che correre davanti alla tv è una validissima distrazione soprattutto per i principianti ed, infine, affermare che il tapis roulant, rispetto alla strada, scongiurerebbe i pericoli di dossi, malformazioni stradali, e dunque di quei “ piccoli incidenti” che potrebbero avvenire durante la corsa esterna. In effetti alcune di queste affermazioni sono esatte ma tuttavia noi restiamo sostenitori della corsa all’ aria aperta e vi spieghiamo il perché.

Facciamo chiarezza: il tapis roulant può costituire un valido aiuto per l’allenamento (ad esempio può davvero tornare utile quando il tempo è pessimo ma dovrebbe essere, appunto, un aiuto e non un sostituto dell’uscita. Perché il bello della corsa e dell’allenamento non sta solo nel semplice e mero movimento muscolare ma tocca anche l’aspetto psicologico e dunque influisce sul benessere mentale. Per questi motivi è sempre consigliabile, qualora possibile,  correre in posti capaci di trasmettere tranquillità. Questo è soggettivo, c’è chi ama la campagna, chi il parco, chi il mare, chi un posto preciso e personale che magari potrebbe non piacere affatto ad altri. Certo occorre pensare anche all’aria che si respira e dunque è opportuno evitare luoghi con smog e traffico.

Scegli i nostri prodotti per il tuo evento sportivo!

La corsa all’aria aperta, le uscite settimanali, i nostri appuntamenti con l’allenamento esterno non possono essere quindi sostituiti dal tapis roulant che, però, ripetiamo, può essere un valido aiuto per accompagnare il nostro allenamento anche in casa soprattutto quando le condizioni climatiche sono davvero avverse.

Il tapis roulant anche se potrebbe per alcuni risultare più “comodo” presenta degli svantaggi: ad esempio correre con il tapis roulant toglie tutta la “poesia” della corsa esterna che diventa dunque noiosa e monotona; fisicamente la corsa sul tapis roulant è più faticosa perché il movimento del piede è più innaturale (il tappeto va indietro mentre l’avampiede dovrebbe spingere in avanti) e perché il lavoro coinvolge maggiormente i quadricipiti e il tibiale anteriore; allenandosi in un ambiente chiuso (casa o palestra) il calore del corpo non ha la dispersione che avrebbe all’aria aperta; il costo di un buon tapis roulant sfiora cifre considerevoli, l’alternativa è utilizzare quello in palestra che, a sua volta, ha un costo di iscrizione.

Riassumendo la corsa all’aria aperta è insostituibile per tutta una serie di motivi in primis per l’aspetto psicofisico, il tapis roulant può costituire un alleato per sostituire la corsa in alcune occasioni ma se non ce l’avete già, non compratelo! Infine è bene ricordare che essere runner rappresenta uno stile di vita una filosofia che va oltre il semplice allenamento fisico e in questo stile correre all’aria aperta è un punto fondamentale.

Foto di pixabay licenza Pubblico Dominio by Igen

Potrebbero interessarti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *