La corsa in inverno: perché fa così bene

In molti (non certo i runnes veri) si scoraggiano quando arriva il cattivo tempo e così alla corsa preferiscono copertina e divano e rimandano a “quando il tempo sarà meno brutto”. Giusto? Sbagliato? Dipende dalla bruttezza del tempo. Se piove forte o se c’è forte vento meglio optare per la cyclette ma in tutti gli altri casi non c’è alcun motivo per rinunciare ad allenarsi.

Errate convinzioni e mancanza di informazioni possono davvero indurre in errore e farci perdere tutti i benefici che la corsa invernale porta. Si perché anche se d’estate viene forse più naturale indossare pantaloncini ed andare a correre, durante i mesi freddi la corsa ha notevoli benefici sul nostro fisico e sulla nostra mente.

Scegli i nostri prodotti per il tuo evento sportivo!

Ad esempio le temperature basse consentono di avere miglioramenti rispetto alle prestazione ed anche ad aumentare la resistenza tant’è che da alcune ricerche effettuate niente di meno che nell’esercito americano è risultato che la temperatura ideale per correre una maratona è  di 5 gradi.

Inoltre  le temperature basse aiutano a consumare più calorie quindi correndo durante i mesi invernali si ottiene anche in questo senso un risultato migliore.

Altro importantissimo elemento è quello che la corsa (e l’esercizio fisico in generale) aiuta a combattere ed a prevenire il deficit di seratonina che subisce un calo fisiologico durante l’inverno. Quindi la corsa durante i mesi freddi aiuta anche il nostro benessere mentale.

Ovviamente durante i mesi freddi occorre porre particolare attenzione all’abbigliamento.  Meglio optare  per capi tecnici capaci di proteggerci dal freddo e dal vento senza però influire sulla prestazione ma che anzi contribuiscono alla sua buona riuscita.

Potrebbero interessarti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *